Trasformare i Rifiuti di Plastica in Detersivi: Un Passo Avanti per l'Ecologia

Nel mese di settembre 2023, un nuovo studio pubblicato su Chem ci fa riflettere sul futuro della gestione dei rifiuti di plastica e sulla possibilità di trasformarli in detersivi. Il problema della plastica è ormai evidente, ma il suo riciclo è una sfida complessa. La scienza sta costantemente cercando nuovi modi per ridare valore a questo materiale così diffuso.

Questo studio si basa su ricerche precedenti, in cui gli scienziati hanno esplorato un processo di catalisi, che accelera il degradamento della plastica. Questo processo spezza i legami degli atomi di carbonio responsabili della scarsa biodegradabilità della plastica e li riorganizza in catene molecolari chiamate "di anelli alchil aromatici".

Il procedimento iniziale, sebbene efficace, era piuttosto lento. Tuttavia, i ricercatori sono riusciti a migliorarlo notevolmente. Hanno aumentato l'acidità del catalizzatore originale di alluminio, introducendo cloro e fluoro, rendendo così il processo molto più veloce. Questo nuovo metodo funziona a temperature moderate, richiedendo quindi meno energia, e impiega solo un paio d'ore per completare la trasformazione della plastica in molecole alchil aromatiche, rispetto alle 24 ore dell'originale.

Il potenziale di questa scoperta è enorme. Attualmente, produciamo surfattanti utilizzando fonti fossili, contribuendo così all'inquinamento derivante dai combustibili fossili e dal riciclo della plastica, spesso bruciata o smaltita in discarica. Se riuscissimo a produrre tensioattivi utilizzando i rifiuti di plastica, potremmo ridurre significativamente il nostro impatto ambientale.

L'obiettivo dei ricercatori è far sì che questo metodo venga adottato su larga scala dalle industrie chimiche, che producono surfattanti utilizzati per la fabbricazione di saponi, detersivi liquidi e altri detergenti. Tuttavia, la sostenibilità del processo rimane una questione importante. "Per determinare se il metodo è davvero ecologico, dovremo effettuare una valutazione del ciclo di vita, calcolando l'energia utilizzata e le emissioni di gas serra per ogni fase", spiega Susannah Scott, una degli autori dello studio.

Questo studio rappresenta, comunque, un passo significativo verso un futuro più sostenibile. La possibilità di trasformare i rifiuti di plastica in detersivi non solo ridurrebbe l'inquinamento derivante dai combustibili fossili, ma contribuirebbe anche a risolvere il problema del riciclo della plastica. Siamo sulla strada giusta per rendere il nostro pianeta più pulito e sostenibile attraverso la scienza e l'innovazione.

contattaci
Commercio e vendita di plastica riciclata

La ditta Eredi di Santoro Emanuele S.r.l. si occupa del commercio e della vendita di materiali ottenuti da sofisticati processi di riciclo degli scarti industriali.

Se operate nel settore della plastica e siete interessati allo smaltimento dei vostri rifiuti e/o all'acquisto di materia prima riciclata, vi invitiamo a contattarci.

Ultimi articolo su plastica e riciclo