In Olanda si pensa a strade fatte con la plastica riciclata

La compagnia petrolifera Total in collaborazione con KWS, azienda di VolkerWessels che opera nel settore della costruzione di strade e nella produzione di asfalto, e Wavin, compagnia specializzata nel riciclo della plastica, hanno dato vita ad un progetto che mira ad impiegare la plastica riciclata per la realizzazione delle strade olandesi.
A livello pratico l'iniziativa prevede di sfruttare dei rulli internamente cavi e fabbricati con la plastica ottenuta dai rifiuti per sostituire l'asfalto.

Utilizzando questa nuova tecnica per la stesura del monto stradale si dovrebbero ottenere diversi benefici tra cui:

  • maggiore durata, fino a 3 volte di più rispetto ai materiali utilizzati tradizionalmente;
  • minor peso, circa un quarto in confronto alla quantità di asfalto che sarebbe necessaria per ottenere il medesimo risultato;
  • velocità di costruzione, fino al 70% in meno;
  • manutenzione semplificata anche grazie ad una minore possibilità che vengano a formarsi buche e crepe;

A quanto già esposto si aggiungano alcuni vantaggi derivanti dal fatto che i rulli impiegati sono vuoti al loro interno:

  • non è necessario perforarli per l'eventuale passaggio di cavi o tubi come accede invece con le strade in asfalto;
  • è possibile sfruttarli per accumulare l'acqua prevenendo la formazione di eventuali allagamenti o, nei casi peggiori, inondazioni.

Il progetto prende il nome non troppo fantasioso ma efficace di "PlasticRoad", esso dovrebbe contribuire al recupero di grandi quantità di plastica che altrimenti potrebbe andare dispersa nell'ambiente e ad un minore impiego di prodotti derivati dal petrolio.
Considerando che stando a quanto rivelato dal WWF ogni anno ben 100 milioni di tonnellate di plastica finiscono in natura alterandone l'equilibrio, l'idea di "asfaltare" le strade con la plastica potrebbe contribuire ad un incremento del riciclo con tutti i benefici derivanti (non soltanto in termini ambientali) dall'economia circolare.
Ad oggi l'Europa, uno dei continenti in cui è maggiormente diffusa la sensibilità per i problemi ambientali, non riuscirebbe a riciclare più del 40% della plastica che viene raccolta sotto forma di rifiuto.

La "PlasticRoad" è già una realtà, infatti la prima strada interamente realizzata tramite plastica riciclata è stata creata a Zwolle nei Paesi Bassi lo scorso settembre.
Si tratta più propriamente di una pista ciclabile stesa grazie all'impiego di 30 metri di rifiuti plastici corrispondenti a circa mezzo milione di tappi o 220 mila bicchieri.

Un secondo progetto pilota ha coinvolto la località di Giethoorn, sempre in Olanda. In entrambi i casi i costruttori hanno deciso di posizionare dei sensori che raccoglieranno informazioni riguardanti tra l'altro le variazioni di temperatura e il numero di mezzi che attraverseranno le strade.

contattaci
Commercio e vendita di plastica riciclata

La ditta Eredi di Santoro Emanuele S.r.l. si occupa del commercio e della vendita di materiali ottenuti da sofisticati processi di riciclo degli scarti industriali.

Se operate nel settore della plastica e siete interessati allo smaltimento dei vostri rifiuti e/o all'acquisto di materia prima riciclata, vi invitiamo a contattarci.

Ultimi articolo su plastica e riciclo